L’isola delle anime

La parola amuleto che mi hanno lasciato è: Ali.
Ha un suono bellissimo e così tante sfaccettature che però mi fanno pensare subito a due cose.
I sogni. E i libri.
Ed è su queste ali che ho viaggiato, ancora una volta, tra le parole di Piergiorgio Pulixi.
Ho volato alto nel cielo turchese e blu notte, ho sentito la salsedine sulla pelle e gli odori forti di macchia mediterranea. Sono entrata dentro una Sardegna di cui ho solo conoscenze marginali, come fossero leggende, riscoprendone ancora un volto nuovo, un’anima profondamente marcata in ogni suo confine.
Ho provato inquietudine.

“Non crede che sia proprio questo che la letteratura deve fare, inquietare?”
Antonio Tabucchi in Requiem.

L’isola delle anime, edito da Rizzoli.
Piergiorgio Pulixi, con magistrale bravura, riesce sempre a lasciare la sua di anima ai margini, prediligendo quella dello scrittore. Di colui che ascolta e raccoglie storie e senza giudizio dà voce a personaggi che diventano chiaramente reali, e raccontano.
Un romanzo, questo, intriso di femminilità con due figure quasi opposte, punti fermi e contrastanti ma allo stesso tempo complementari.
Mara Rais ed Eva Croce, due donne che vanno avanti, prendono decisioni difficili e importanti, riescono con forza e fragilità a sovrastare maledizioni antiche e nuove.
Morendo Barrali, un uomo che la maledizione ce l’ha dentro e lotta per venirne fuori.
E poi… i Ladu della montagna. Un popolo dentro il popolo, una comunità di persone legate visceralmente alla terra e ad ogni suo elemento. Difficile fino alla fine comprendere se questa è una storia che corre parallela o affonda nelle altre.

Piergiorgio Pulixi è stato ospite nella serata di ieri, alla Storytelling Libreria sala da tè di Gonnesa, abilmente allestita ad hoc per l’occasione, con la riproduzione della scrivania di Moreno Barrali e una cartina della Sardegna appesa in parete.
Ad accompagnare la narrazione, Eleonora, libraia e Federica, argonauta, entrambe con passione.
E il pubblico curioso e coinvolto, anime di lettori.

Questa sera, si replica a Iglesias, dove a ospitarci saranno Stefania e Antonella della libreria Mondadori.

Appuntamenti di imperdibile ricchezza.

Giugno con Argonautilus

08 Giugno #FestadelBambino, Domusnovas, a cura di Associazione Elda Mazzocchi Scarzella

13 Giugno Storytelling Libreria-Sala da tè Gonnesa, “Un tè con Martin il Romanziere” – in collegamento con L’orma editore

15 Giugno, 49° Sagra del Tonno di Portoscuso, Il mare intorno – Portoscuso – Sala Corpus, Antica Tonnara di Su Pranu

19 Giugno – I Mercoledì di Argonautilus – Flavia’s End Party Sede di @Argonautilus, Iglesias per festeggiare l’uscita di “Flavia’s End” di Claudia Aloisi per Condaghes Edizioni

20 Giugno – Libreria COSSUFieraOFF Flavia’s End a Carbonia Anteprima assoluta del libro “Flavia’s End” di Claudia Aloisi per Condaghes Edizioni

21 Giugno Storytelling Libreria-Sala da tè#Gonnesa, Letti Di Notte con anteprima “Flavia’s End” di Claudia Aloisi per Condaghes Edizioni

25 Giugno Kimbe Bar di #PortoscusoKimbe Book Fest – Aperitivo Filosofico Letterario con Federica Musu ed Eleonora Carta “Razionalità e irrazionalità da Sherlock Holmes a Nietzsche”

28 giugno Presentazione del romanzo “Flavia’s End” di Claudia Aloisi presso Circolo Tennis Villa Carpena official – Forlì

29 giugno Flavia’s end. Presentazione libro con autore presso 91sanromano#Ferrara

30 giugno FieraOFF Claudia Aloisi al Beer Out Pub presso Beer Out Pub#Forlì